Mercoledì, 23 Ottobre 2019

REGISTRATI PER POSTARE UN COMMENTO

Condividi questo post su:

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Diventa amico dell'autore

su Facebook

-----------------------------

LA CADUTA DI EROS

 LA CADUTA DI EROS

 Antonio Tombolini Editore - ed. 2015 - Collana Heterodoxa

pubblicazione rescissa il 18 Marzo 2019

 

 

 Caravaggio Editore - ed. 2008 - Fuori Catalogo Febbraio 2015

 

 

 h Scheda dell'opera.

 Lo spunto dell'opera è dato dal dibattito intorno alla "famiglia".

 La rivendicazione dell'origine "naturale" della stessa da parte dei suoi difensori induce al riesame sotto il profilo storico-archeologico.

 Tale riesame non può, evidentemente, prescindere dalle implicazioni sociali della "famiglia" che, nell'attuale sistema economico, sono lavoro e matrimonio monogamico procreativo.

Ambedue costituiscono, infatti, pilastri di una organizzazione della società discendenti da una specifica organizzazione della sessualità umana ed è, dunque, la sessualità che va indagata per comprendere quanto di effettivamente "naturale" essa contenga nelle sopradette istituzioni.

A tale scopo occorre. come sempre in qualsiasi indagine sulla nostra attuale società, compiere un percorso a ritroso nel tempo per riscoprire le vere origini delle odierne fondamenta della nostra esistenza.

L'opera si propone, quindi, di tracciare l'iter evolutivo (anzi involutivo) della sessualità partendo dalla cosiddetta "preistoria" lo studio della quale, nelle riscritture che di essa vanno ormai compiendosi da parecchi anni, portano in direzioni ben diverse dalla classica immagine del cavernicolo con la clava propinataci sui banchi di scuola e penetrata nell'immaginario collettivo.

La linea di demarcazione tra le antiche società paleolitiche e l'epoca neolitica, nella quale si compie la famosa "rivoluzione agricola", costituisce, al tempo stesso, il mutamento radicale di una concezione della sessualità e del genere femminile destinato a stravolgere per il futuro l'intero consesso umano.

E' nella "rivoluzione agricola", infatti, che l'originaria organizzazione comunistica sociale, nella quale la donna occupava un posto paritario di rilievo e la stessa sessualità era il principio del Piacere nella vita quotidiana, si tramuta in appropriazione individuale di beni collettivi nella quale la sessualità diventa principio del Potere.

E' l'avvento della "proprietà privata".

Il matrimonio monogamico procreativo diventa il bastione sociale del nuovo regime economico e introduce contemporaneamente il lavoro, cioè la pena e la fatica, per gli esclusi dal processo di appropriazione divenuti puri strumenti di accrescimento della ricchezza delle caste dominanti.

Poichè il nostro presente è niente altro che il proseguimento dell'epoca neolitica, lo svolgimento dell'opera è diretto, come avvertito, a ripercorrere tale iter e a ripresentare il contributo di quanti, da Marx ed Engels, a Freud, a Reich, a Marcuse, hanno permesso di riscoprire il valore primario della sessualità che, tramutata da Piacere in Potere, ha prodotto conseguenze devastanti nella nostra vita e nel nostro Pianeta. 

 

 

 

You have no rights to post comments